Pubblicazioni

“Innovare per mantenere la leadership produttiva. Analisi e proposte per il comparto produttivo farmaceutico italiano” – White paper A.T. Kearney, 2015
L’innovazione in produzione – in senso ampio: tecnologie produttive, forme farmaceutiche, prodotti – è il fattore chiave per mantenere la leadership produttiva italiana nel medio-lungo termine: come fare a facilitare, stimolare e attrarre investimenti e innovazione nella produzione farmaceutica nel nostro Paese? Proposte che prendono le mosse da una survey che A.T. Kearney ha condotto appositamente, cui hanno partecipato 22 siti produttivi italiani di 18 aziende farmaceutiche.

“Ci serve davvero un’industria farmaceutica nazionale? – Quali obiettivi e interventi di politica industriale per il settore farmaceutico italiano”, White paper A.T. Kearney, 2014
Non ci si riferisce alle attività commerciali – che è prevedibile non manchino mai in un mercato come l’Italia – ma alle attività locali di ricerca preclinica, sviluppo clinico e produzione farmaceutica: in molti Paesi queste mancano, ma non mancano di certo i farmaci. Avere in futuro nel nostro Paese attività farmaceutiche solo di tipo commerciale rappresenterebbe un reale problema? Inoltre, qualora la presenza di questa industria sul territorio nazionale risultasse conveniente, in che misura il suo attuale contributo al Paese ne riflette il potenziale?

“Efficienza negli acquisti o concertazione: modelli di gestione della copertura per il Sistema Sanitario”, White paper A.T. Kearney, 2013
Un’analisi logica, ancorché non prettamente quantitativa, del sistema di equilibrio tra i vari attori di un sistema sanitario. In A.T. Kearney, riteniamo che in Italia tale sistema attraversi una fase di grave instabilità (e quindi perdita di equilibrio) che possa essere risolta solo con alcuni specifici modelli di relazione tra i vari attori del sistema. Non tutti i possibili modelli di relazione consentono di raggiungere l’equilibrio, e l’adozione di modelli di relazione sbagliati allontana ulteriormente dall’equilibrio.

“Caos o Cosmo – Quale evoluzione dello scenario dell’accesso del farmaco in Italia”, White paper A.T. Kearney, 2012
Sulla base degli elementi chiave del sentiment di direttori e manager di market access di quindici tra le maggiori aziende farmaceutiche del nostro Paese, A.T. Kearney ha costruito possibili scenari e dinamiche evolutive del Market Access in Italia, delineando le implicazioni e le possibili sfide che le aziende farmaceutiche sono chiamate ad affrontare nei prossimi 18-24 mesi.

“Farmaceutica e mercati emergenti: guardare indietro per vedere avanti”, Strategie di Business n° 21, 2011
L’evoluzione dei sistemi sanitari sarà – sorprendentemente, verrebbe da dire – “bidirezionale”, con quelli evoluti/occidentali che riprodurranno in futuro alcune condizioni oggi proprie dei Paesi emergenti.

“Una finestra di opportunità”, Aboutpharma n° 88, Maggio 2011
Scenario e prospettive della Ricerca e Sviluppo dell’industria farmaceutica in Italia – La farmaceutica è il secondo settore per investimenti in R&S in Italia e il primo per rapporto spesa R&S/fatturato. La realtà italiana della ricerca è ricca di possibilità offrendo competenze e iniziative di valore in svariate discipline in ambito profit e non. Nello sviluppo clinico è fondamentale per il nostro Paese ridurre la complessità e i tempi del processo autorizzativo.

“Chi vincerà nell’assalto alla farmacia?”, Aboutpharma n°79, Giugno 2010
Scenari della distribuzione, tra modelli di vendita diretta in farmacia  L’interesse delle aziende pharma alla farmacia nel breve-medio periodo stimolerà la crescita dell’offerta di servizi sul canale, anche grazie alle Cso. I grossisti svilupperanno delle service line e i depositari creeranno call center outbound di servizio al cliente. Nel lungo periodo si passerà all’insourcing commerciale in farmacia, con forme di direct-to-pharmacy attraverso partner della cui scala si possa beneficiare.

“Market access: uscire dalla comfort-zone”, Aboutpharma n° 76, Marzo 2010
Passare dal “come organizzarsi” a “che cosa fare” Modello storico da cambiare e affiliata finalmente richiamata a pensare il nuovo. Per un market access di successo si deve cambiare value proposition. Che, come accade nell’automotive, deve svilupparsi in una nuova ottica di integrazione cliente-fornitore.

“Delocalizzare gli studi clinici”, Aboutpharma n° 52, Ottobre 2007
Costi ridotti e qualità elevata dei Paesi emergenti, in primis Cina, India e Russia.

“Strategie possibili per un marketing farmaceutico alla svolta”, Strategie di Business n° 14, 2006
Il settore farmaceutico sta cambiando profondamente. Il marketing può rivelarsi chiave in tre direzioni: sostenere anche i prodotti maturi, rivolgersi in modo mirato ai nuovi target (policy maker, manager sanitari, farmacisti), rispondere alla compressione dei contatti.

“Trend nella distribuzione farmaceutica in Europa”, Aboutpharma n° 26, Marzo 2005
I quattro pilastri del cambiamento – Analisi dei fattori chiave che stanno modificando il panorama della distribuzione farmaceutica in Europa e delle “mosse” strategiche dei grandi gruppi industriali per cogliere tutte le possibili opportunità.

“Tecnologie medicali: un mercato molto frammentato”, Aboutpharma n° 28, Maggio 2005
4,2 mld di euro il valore complessivo in Italia Caratteristiche settoriali e implicazioni operative di un mercato che potrebbe rappresentare un’opportunità anche per le aziende farmaceutiche.

“Lo scenario cambia… e il marketing mix?”, Aboutpharma n° 19, Giugno 2004
Anticipazioni dall’aggiornamento italiano dello studio “Excellence in Phramaceutical Marketing & Sales” condotto da A.T. Kearney.

“Aziende farma in Italia – Le sfide del 2004”, Aboutpharma n° 14, Gennaio 2004
Come gestire il cambiamento e non subirlo “passivamente”.

“I congressi: una spesa non ottimizzata”, Aboutpharma n° 8, Maggio 2003
Per le aziende farmaceutiche, i congressi sono la seconda voce di spesa nell’ambito del budget di Marketing & Sales. Nel contempo, molto spesso i congressi non sembrano rappresentare una leva efficace di differenziazione…

“Ecco la medicina giusta per Operation customer-oriented”, Strategie di Business n° 9, 2003
Le sedi locali delle aziende farmaceutiche devono affrontare una rivoluzione copernicana: riconoscere il ruolo centrale della rete di informatori scientifici. E riorganizzarla completamente.